Le indicazioni per una raccolta corretta

In ogni Comune d’Italia ci sono delle norme che regolamentano, tra l’altro, anche le modalità di esposizione dei rifiuti sul suolo pubblico.

La motivazione è molto semplice, anche se non sempre scontata, e nasce da un semplice ragionamento: proviamo a pensare se ognuno di noi mettesse in strada i propri rifiuti in qualsiasi giorno e in qualsiasi orario, quale sarebbe il risultato? Ovviamente un paese senza decoro e con rischi per la salute pubblica. E’ necessario quindi trovare un trait d’union tra la necessità di far rimanere i rifiuti il minor tempo possibile in strada e la necessità dei cittadini di avere il tempo per esporli.

Sul territorio di Gelsia Ambiente i rifiuti vanno esposti la sera prima e, comunque, non oltre le ore 6.00 del giorno di raccolta. Perché? Gli operatori ecologici iniziano a lavorare molto presto al mattino, escono dai depositi ben prima delle 6.00 per iniziare le raccolte quando ancora il traffico delle città non è impegnativo. I mezzi dedicati alla raccolta differenziata su 23 Comuni sono circa 280 e, ovviamente, ognuno è organizzato per fare un giro di raccolta per un determinato tipo di materiale. Ad esempio, il camion dedicato al sacco giallo non può caricare il sacco blu o altri materiali finché non conclude la raccolta nella zona assegnata e può inserirsi, con il mezzo vuoto, su un altro tipo di raccolta. I mezzi più piccoli ovviamente scaricano in quelli più grandi che andranno poi, una volta pieni, direttamente agli impianti di recupero, o in Piattaforma Ecologica a scaricare nei cassoni che vengono portati negli impianti dedicati. Si capisce quindi che, se l’esposizione fosse effettuata in ritardo, ci potrebbe essere il rischio che il mezzo sia già passato e che la raccolta di quel materiale sia già terminata, con la conseguenza che il sacco resterebbe per strada fino al ritiro successivo.

Inoltre, non tutti sanno che ogni singolo mezzo è georeferenziato, ovvero dotato di un apparato mediante il quale è possibile sapere l’ora precisa in cui l’operatore è passato a ritirare una specifica tipologia di rifiuto e capire eventuali non conformità di servizio.

Spesso le logiche che regolamentano la complessità di gestione di questo servizio non sono riconosciute da tutti, ma è necessario capire l’importanza del rispetto delle regole per fare in modo che il tutto funzioni correttamente.

RIFIUTI IN STRADA NON OLTRE LE SEI